Cerca
Close this search box.

Ode alla noia: dove nascono le grandi idee

C’è una cosa straordinaria che può davvero accadere quando ti trovi ad avere un po’ di tempo libero e non hai nulla da fare. No, non sto parlando di controllare freneticamente il telefono o di riempire il tuo tempo con attività inutili. Sto parlando della noia. Sì, la noia.

Adesso potresti pensare, “Ma Matteo, la noia è terribile. È… noiosa”. E, amico mio, avresti perfettamente ragione. La noia è noiosa. Ma è anche la cartina di tornasole della tua fantasia, il fertilizzante delle tue idee migliori.

Pensa ai bambini. Ma non a quelli di oggi, quelli di oggi sono attaccati allo smartphone o a qualche altro device elettronico. Pensa ai bambini di qualche decina di anni fa.

Quando non avevano nulla da fare, la loro immaginazione prendeva il volo. Un ramo diventava una spada o una bacchetta magica. Il capanno degli attrezzi della casa in campagna si trasformava in un castello o un rifugio segreto. Se non c’erano biglie, andavano bene anche i sassi. Un elastico diventava una fionda e giochi completamente nuovi nascevano dal nulla. La noia porta alla creatività… alla creazione.

Anche da ragazzo, era in quei momenti di apparente inattività che la soluzione al problema di fisica ti veniva in mente. E da adulto, è nei momenti di quiete, quando ti permetti di essere “annoiato”, che spesso vengono le idee più rivoluzionarie o la soluzione a quel problema quotidiano che ti tormenta da settimane.

Non temere questi momenti di silenzio, ma invece, abbracciali. Dai il benvenuto alla noia come un vecchio amico, perché è proprio quando sei con te stesso che nascono le migliori idee. È nei momenti in cui sei distante dalle continue distrazioni del mondo moderno che potrai riflettere sulle cose importanti, risolvere quei problemi che sembravano insormontabili, o semplicemente scoprire qualcosa di nuovo su te stesso.

Quindi la prossima volta che ti ritrovi a lamentarti della noia, fermati un momento. Metti da parte il telefono. Spegni la TV. Guarda fuori dalla finestra, o meglio ancora, chiudi gli occhi. E lascia che la noia ti inondi. Non si sa mai, potrebbe essere il momento più produttivo della tua giornata

Commenti

commenti

Share the Post: