Cerca
Close this search box.

Il mio viaggio verso la forma fisica: come i pasti sostitutivi stanno cambiando il gioco

Come molti di voi sanno, da un po’ di tempo mi sto imbarcando in un viaggio verso un io più in forma, nonché un girovita leggermente meno generoso. E ammettiamolo, in questa avventura non c’è spazio per formule magiche o pozioni miracolose. Quello che conta davvero è un sano equilibrio tra calorie consumate e calorie bruciate. Il cosiddetto “deficit calorico”, che detto così sembra quasi una minaccia. Un concetto che potrebbe sembrare semplice, ma nella pratica, un vero rompicapo.

Ecco dove entrano in gioco i pasti sostitutivi. Sì, avete sentito bene, quei frullati proteici che si vedono sempre più spesso negli scaffali dei supermercati. Ho deciso di dare una chance a questi prodotti. E il mio nuovo compagno di viaggio è Huel Black Edition, e più recentemente ho accolto nella mia dispensa anche lo Shape Shake 2.0 della FoodSpring, entrambi al gusto vaniglia.

Questi due prodotti sono ricchi di proteine, con ben 40 grammi per porzione, un perfetto alleato nella lotta contro i chili di troppo. Sono come un esercito di piccoli guerrieri che aiutano a tenere a bada la fame, fornendo un sostegno importante a chi, come me, vuole ridurre il girovita senza sentire l’urgenza di assaltare il frigorifero ogni due ore.

Certo, ogni prodotto ha le sue peculiarità. Huel, ad esempio, ha una consistenza che mi piace molto, mentre Shape Shake è più setoso, una caratteristica che potrebbe piacere a molti. Ah, e un’informazione interessante per chi si preoccupa dell’etica del cibo: Huel è completamente vegano.

Ma attenzione: non tutti i pasti sostitutivi sono creati uguali. Se siete tentati di provarli, assicuratevi che abbiano un buon equilibrio di proteine e carboidrati. Ciò significa che non dovrebbero trasformarsi in una sorta di “libera tutti” calorico, ma dovrebbero fornire un sostegno nutrizionale equilibrato.

Devo ammettere, i risultati si cominciano a vedere. Il mio viso si sta affinando e il girovita si sta riducendo, lentamente ma inesorabilmente. Pare che per gli uomini la perdita di grasso inizi “dall’alto”, con pancia e fianchi che resistono fino all’ultimo. Ma non temo, amici, la mia determinazione è inossidabile.

Quindi, se avete deciso di mettervi in forma, non abbiate paura di provare nuovi metodi. Che si tratti di pasti sostitutivi, esercizi o cambiamenti nella dieta, ogni piccolo passo può fare la differenza. E ricordate, non importa quanto possa sembrare difficile, con determinazione e costanza, possiamo farcela!

Commenti

commenti

Share the Post: