Cibo & Cucina

La caduta degli dei… dei salami.

Da sempre appassionato di cibo, ho una vera passione per i salumi in genere e i salami in particolare, tant’è che qualche anno fa ho fatto anche parte della giuria in una gara di salami artigianali provenienti da tutta Italia.

Così, quando riesco, vado ancora a rifornirmi dal vincitore.

Ma essendo abbastanza lontano non sempre trovo il tempo e così, da sempre, in caso di necessità risolvo con il salame “tipo Varzi” di Peck. E così ho fatto un paio di volte nelle ultime settimane.

Ed è qui che è arrivata una cocente delusione: tutte e due le volte il salame era decisamente troppo stagionato (e a me piace già molto stagionato) e l’ultima volta la pelle era pressoché impossibile da staccare (anche inumidendolo leggermente).

Spero sia stato un caso e che la prossima volta mi diano uno di quei meravigliosi salami che per anni mi hanno allietato il palato, altrimenti per mangiare un salame degno sarò sempre costretto a fare tanta strada.

Vi saprò dire. 😉

Commenti

commenti

1 Comment
  • Federico

    Giurato assieme a me , bei tempi ah ah.

Leave a Reply